La massima armonia quadratica: l’importanza del “fattore 45”

0 Condivisioni
ttp://www.w3.org/TR/REC-html40/loose.dt">www.w3.org/TR/REC-html40/loose.dtd">

FABARRI, tratto da "IL CALCOLO VINCITORE N° 4 del 1959"
Il riconoscimento delle correlazioni armoniche nelle estrazioni numeriche è un fatto indiscutibile e costituisce una delle vie principali, forse la vera strada maestra, su cui deve procedere l’indagine e l’analisi statistica. Un aspetto di grande interesse dell’armonia è quello che riguarda le formazioni quadratiche.

Il Quadrato Fab, da me scoperto, rappresenta la sintesi di lunghi studi, osservazioni e controlli e si manifesta proprio nelle formazioni quaternarie distinte da particolari caratteristiche. Si tratta di 4 numeri, cioè 2 coppie di numeri, fra i quali si verificano le seguenti condizioni: poste le due coppie l’una sotto l’altra, in modo da formare un quadrato, si ha che: le distanze orizzontali risultano uguali; le distanza verticali risultano uguali; le distanza incrociate, o diagonali, risultano puramente uguali. Inoltre: risultano uguali perfino le somme orizzontali e le somme verticali. Si riscontra dunque una correlazione armonica a 5 dimensioni. Ma le condizioni essenziali per aversi tale massima armonia quadratica è che intervenga il fattore ordinativo 45; ossia che le differenze diagonali siano rappresentate dal numero 45: Eccone subito un esempio:

80-15

60-35

Differenze orizzontali 25; diff. Verticali 20: diff. Diagonali 45 (somma delle tre differenze 90)

Somme orizzontali 5; somme verticali 50; (differenza delle due somme: 45)

Qual è la utilizzazione pratica di queste formazioni quadratiche di massima armonia? Consiste nel rintracciare, anche fra due ruote, l’uscita successiva o contemporanea di due coppie aventi le suddette caratteristiche. L’ultimo numero del quadrato, cioè il secondo elemento della seconda coppia, tende a riprodursi in brevissimo ciclo di estrazioni in una delle due ruote. E’ importante che i due numeri di ogni coppia siano sortiti in immediata consecuzione; ma la condizione armonica può realizzarsi anche si i quattro elementi, a due a due, risultano usciti ai medesimi posti, Ne fornisco qui un esempio di recente verificazione, facendo però notare che si tratta di una formazione di tipo speciale: le due somme uguali sono quelle orizzontali e quelle diagonali.

Ecco gli elementi:

3 gennaio 1959-Firenze 82 18

7 febbraio 1959.Cagliari 37 63

A Cagliari il 63, ultimo numero del quadrato, si è riprodotto in data 7 marzo, cioè a distanza di 4 settimane.

FABARRI, tratto da “IL CALCOLO VINCITORE N° 4 del 1959”

0 Condivisioni
No tags for this post.

2 pensieri riguardo “La massima armonia quadratica: l’importanza del “fattore 45”

  • 19/11/2007 in 14:48
    Permalink

    Se Fabarri avesse brevettato i concetti descritti in questo articolo avrebbe vissuto di rendita per molte vite…

  • 05/04/2008 in 18:04
    Permalink

    non ho commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato!
Iscriviti per ricevere gratuitamente tutti gli aggiornamenti
Odiamo lo spamming. Riceverai massimo una mail alla settimana. Abbiamo a cuore la tua privacy e non diffondiamo il tuo indirizzo. La riservatezza e' garantita al 100%
Chiudi e non mostrare piu'